Map background
Fishsurfing
The world of fishing
Fishsurfing app for desktop and phones
Fish, share, travel
LAGO DI SAN GIORGIO LA MOLARA

LAGO DI SAN GIORGIO LA MOLARA

Descrizione

Il lago Mignatta, molto meglio conosciuto come lago di San Giorgio La Molara, è un bacino semi artificiale ubicato nel territorio dell’omonimo comune dell’alto Sannio, nella zona del Fortore. Il lago si trova quasi al limite dello spartiacque dell’Appennino campano-pugliese ad una altitudine di circa 850 metri sul livello del mare ed è facilmente raggiungibile.

Il lago è alimentato da alcune piccole risorgive e non è molto profondo; solo in alcuni punti, infatti, sarebbe profondo circa 8 metri, ma la sua profondità media è di circa 3-4 metri e le sue acque sono sempre leggermente torbide a causa del fondale argilloso e fangoso.

L’area del lago e le rive, spaziose e pianeggianti, sono ben tenute e l’accessibilità al al lago è ottima; le rive sono raggiungibili con l’auto in quasi tutto il perimetro.

Attualmente il lago è affidato in gestione alla FIPSAS di Benevento ed è possibile pescarvi tutti i giorni, con due canne per pescatore, tranne il martedì e il mercoledì, muniti di licenza governativa e di tesserino FIPSAS. Il lago è chiuso alla pesca dal 1° gennaio all’alba dell’ultima domenica di febbraio. Sono consentite tutte le tecniche di pesca e tutte le esche (anche il bigattino, ma solo come esca) normalmente consentite.

Nel lago vi sono carpe anche di notevole taglia, da insidiare con la tecnica del carp-fishing o con la classica pesca a fondo con boiles, o con semplici chicchi di mais innescati sull’amo. I persici reali vengono insidiati a spinning con piccoli rotanti piombati in testa per fare la distanza e, più proficuamente, col pesciolino vivo; fino a qualche anno fa si prendevano persici reali di buona taglia con una certa frequenza, mentre invece adesso è più raro pescare qualche bell’esemplare e, pescando col bigattino o col verme, capita di allamare esemplari sotto misura.

Le tinche, introdotte di recente, rappresentano ancora una cattura sporadica anche perché con le esche ad esse destinate spesso si catturano carassi, carpe e pesci gatto.

Un’altra presenza nel lago è quella degli amur che nessuno pesca intenzionalmente ma che capita talvolta di agganciare col chicco di mais o col verme, così come capita di agganciare carassi, triotti, persici sole e pesci gatto cercando di pescare carpe e persici reali col galleggiante.

Come arrivare

da Napoli. Autostrada A16 (Napoli-Bari) – uscita "Benevento" – percorrere la bretella di raccordo fino a Benevento (bretella di circa 12 km);

da Roma. Autostrada A2 (Roma-Napoli) – uscire a "Caianello" – percorrere la SS 372 fino a Benevento (Caianello – Benevento = circa 70 km);

da Campobasso. SS 88 Campobasso - Benevento;

da Caserta. SS 7 "Appia" fino a Benevento. Oppure: Autostrada in direzione Salerno e poi innesto sulla A 16 (Napoli-Bari) – uscita "Benevento" – percorrere la bretella di raccordo fino a Benevento (bretella di circa 12 km);

da Foggia. SS 90 bis verso Benevento – pochi km dopo Buonalbergo, svoltare a destra per San Giorgio la Molara.

Catture possibili

  • Carpa
  • Carassio
  • Tinca
  • Persico reale
  • Carpa erbivora
  • Triotto
  • Pesce gatto

Tecniche di pesca

  • Spinning al Piede
  • Pesca a fondo
  • Pesca con la roubaisienne
  • Pesca all' inglese

Informazioni

  • Obbligo di Tessera Federale: SI
  • Attrezzato per diversamente abili: NO
  • Tesserati subito

Regolamento interno

Norme vigenti

Leggi Statali - Legge Regionale - Regolamento Provinciale - Regolamento F.I.P.S.A.S./Benevento

Documenti

Licenza per l’esercizio della pesca (“Licenza governativa”)

Autorizzazione del concessionario (Tessera associativa Fipsas e/o Tesserino Segnacatture, quando istituito)

Tempi di pesca

La cattura delle specie ittiche è consentita nel rispetto dei tempi di divieto indicati nel Calendario Pesca

Provinciale, esclusivamente nei giorni di LUNEDI’, GIOVEDI', VENERDI’, SABATO, DOMENICA e

giorni festivi infrasettimanali, nell’ambito dei seguenti periodi:

Tutte le specie ittiche : dall'alba dell'ultima domenica di Febbraio fino al tramonto del 31 Dicembre.

Per ogni giorno, la pesca è consentita da un’ora prima dell’alba ad una ora dopo del tramonto

La pesca è sempre VIETATA dal 1 GENNAIO fino all’ultimo sabato di FEBBRAIO

Limitazioni catture, misure minime

E’ vietata qualsiasi forma di pesca notturna.

La sezione Provinciale può autorizzare le società sportive affiliate ad esercitare l’attività di pesca notturna solo

in occasione di gare di pesca denominate “Caprfishing” di carattere provinciale, regionale o nazionale.

E’ vietata la pesca da “Belly Boat”. Essa è consentita previa approvazione ed autorizzazione della Sez. Prov/le.

La misura minima dei capi catturabili è quella indicata nella Legge Regionale 17/2013 e dal Calendario per la

Pesca della Provincia di Benevento.

Esche e pasture

Tutte le esche sono consentite ad eccezione della larva della mosca carnaria (bigattino), delle uova di salmone e

del sangue, delle quali è vietata anche la detenzione.

Il bigattino (larva di mosca carnaria) è consentito solo come innesco.

Attrezzi e modalità di pesca

L'esercizio della pesca è consentito con due canne, con o senza mulinello e con un solo amo,

L'uso del guadino è consentito solo come ausilio per salpare il pesce.

Non è consentito alcun altro tipo di attrezzo inclusa la bilancina.

È vietata la pesca con moschera e camolera e la pesca col sistema della coda di topo o a frustare

E' vietato abbandonare rifiuti di qualsiasi natura e tipo, sia nelle acque che sulle sponde dei laghi, dei

fiumi e dei torrenti, con particolare riferimento a sacchetti di plastica e contenitori di esche.

In occasione di manifestazioni sportive, autorizzate dalla Sezione Provinciale FIPSAS e per i soli partecipanti

alla gara, è ammessa deroga parziale o totale dall'osservanza del presente regolamento in ordine alle esigenze di

gara e alle relative disposizioni.

In occasione di dette manifestazioni o di immissione di materiale ittico, la Sezione Provinciale si riserva di

vietare la pesca per uno o più giorni. Sono permesse la pesca col galleggiante, la pesca a fondo con canne corte e piombo di almeno 25 gr., pesca all’inglese, pesca con la roubasienne o con canne fisse in fibra leggera da 12 metri o più, spinning leggero o medio-pesante con rotanti e, meno frequentemente, con ondulanti, per insidiare i persici reali. E' vietata del tutto la pesca a mosca.

Contatti / Rilascio Permessi

benevento@fipsas.it